Il professor Mazzocco racconta il Montello

Il Montello è una collina situata nella regione Veneto, in Italia. Più precisamente, si trova a nord-est di Treviso e fa parte della catena delle Prealpi Venete. L’etimologia del nome “Montello” indica che non si tratta di una vera collina, ma nemmeno una montagna: la sua conformazione compatta e la sua altezza modesta lo rendono una perfetta via di mezzo.

La sua forma ricorda un’isola verde immersa nell’alta pianura trevigiana, dove ambiente e tradizione, memoria e innovazione convivono in un perfetto equilibrio. Il territorio protagonista di questo articolo ci racconta una storia che ha origini fin dalla Preistoria, per poi offrire le sue ricchezze boschive a sostegno della Serenissima (da qui, possiamo comprendere la ragione di “Bosco della Serenessima”, in cui sorge la nostra storica locanda da cui ha origine il nome) e, in seguito, divenire il campo di battaglia per importanti scontri durante la Prima Guerra Mondiale.

In occasione del periodico incontro organizzato dal gruppo Alpini di Nervesa della Battaglia (TV) che, sabato 26 novembre 2022, si è tenuto presso la nostra Locanda “Bosco della Serenissima”, il professor Gianni Mazzocco ha accettato di presenziare all’evento e di intrattenere gli ospiti raccontando un po’ di storia del Montello.

Dalle origini romane del nome, alla sua composizione terrena che ne determina la forte caratteristica carsica non sono poi mancati molti aneddoti riguardanti la Grande Guerra, uno fra tutti riguardante il nostro asso dei cieli Francesco Baracca.

E voi lo sapevate che la zona “Montelliana” è ritenuta salutare per la qualità dell’ariaIl Montello è sede di un clima particolare che dipende proprio dalla conformazione fisica del suo territorio e dalla sua posizione geografica. Inverni freddi, ma non freddissimi, estati calde, ma non caldissime: questa temperatura mite e piacevole è data dalle montagne che proteggono dai venti freddi del nord e dalle vallate che portano vento asciutto. Questo microclima particolare è tale da aver reso il Montello il posto ideale per numerosi sanatori, stabilimenti destinati per la cura di malattie polmonari. 

E se vi dicessi che il Montello conta oltre 800 specie di alberi ed ospita il fungo Armillaria Mellea, conosciuto come “Ciodét del Montel“? Un altro aspetto positivo legato proprio al suo clima e alla sua conformazione fisica.

Per concludere, senza farlo, è difficile riassumere tutte le informazioni che il professor Gianni Mazzocco ci ha trasmesso durante il suo intervento, ed anche facendolo, vi priverei del fascino che ha la sua figura di relatore. 

Vi invito a vedere il video!